Cultura & Spettacolo

Al C.P.I.A. di Crotone in scena la commedia in vernacolo di Antonella Nicoletta “Malatu, ni vò sanita?”

Riflettere, ma con ironia sull’esigenza che vengano affermati i propri diritti ed in particolare il diritto alla salute. È, il filo conduttore della splendida commedia in vernacolo, scritta e diretta da Antonella Nicoletta e portata in scena, giovedì 6 giugno, all’Istituto Maria Grazia Cutuli. “Malatu, ni vò sanita?”, un titolo che dice tutto. Una commedia che attraverso diverse situazioni ironiche denuncia le tante assurdità e contraddizioni della sanità. L’ambientazione è quella di un ipotetico ospedale italiano in cui la burocrazia va a rilento e gli operatori sanitari non tutelano i pazienti considerandoli numeri o codici. Un testo brillante che con ironia e sarcasmo denuncia le tante assurdità e contraddizioni della sanità. Il rispetto della persona, la giusta e adeguata assistenza sanitaria, richieste sacrosante, spesso, troppo spesso disattese. La commedia, interpretata da attori non professionisti, è rientrata nel progetto “Il teatro per comunicare” del C.P.I.A. Centro Provinciale Istruzione Adulti di Crotone che fa capo all’Istituto Comprensivo Maria Grazia Cutuli, diretto dalla Dirigente dott.ssa Annamaria Maltese.

Si tratta di un’istituzione scolastica istituzione scolastica statale dotata di autonomia, che nasce nel 2015 per rispondere alla richiesta di “educazione permanente” della città e del territorio provinciale. Raccorda, con alcune importanti trasformazioni, l’ex CTP con le scuole secondarie di secondo grado serali.
Il C.P.I.A. di Crotone accoglie, con una didattica flessibile e individualizzata, studenti italiani e stranieri che abbiano compiuto il sedicesimo anno di età, e che vogliano prepararsi per conseguire il certificato conclusivo di Scuola secondaria di 1° grado; frequentare un corso annuale di accesso al 3° anno di Scuola secondaria di 2° grado serale; imparare l’Italiano come lingua straniera fino al conseguimento della certificazione A2; fare formazione civica per ottenere il Permesso di Soggiorno in Italia. Inoltre, il C.P.I.A. svolge la sua attività formativa anche all’interno della Casa Circondariale di Crotone; ed è inoltre sede d’esame, per conto della Prefettura, del livello di conoscenza della lingua italiana dei richiedenti Permesso di Soggiorno CE di lunga durata.
Attraverso un percorso di ampliamento dell’offerta formativa, il C.P.I.A. altresì vuole organizzare:
Corsi di lingua inglese di base
Corso di lingua spagnola di base
Corso di lingua tedesca di base
Corso di lingua inglese livello avanzato (progetto PON)
Corsi di Arteterapia
Corso di Teatro per comunicare *
Corso di lingua araba di base (progetto PON)
Corsi di informatica di base (progetto PON)
Corso di informatica finalizzati al conseguimento della certificazione ECDL (progetto PON)

La commedia, così come molte altri progetti è il frutto di un lavoro sinergico che mette al centro l’esigenza di aggregare e coinvolgere nella vita sociale quanti frequentano, quotidianamente, questo importante luogo di cultura e di accoglienza. Attraverso il teatro e il vernacolo Antonella Nicoletta mira a far conoscere la storia del territorio crotonese ed in particolare il dialetto, elemento fondamentale del bagaglio culturale di una società, testimonianza viva della storia di un popolo.