Cronaca

Aemilia: Il 23 marzo al via il dibattimento in aula anche Giglio

Tutto pronto a Reggio Emilia per il dibattimento del processo “Aemilia”  il prossimo 23 marzo.
Impressionante il numero dei testimoni, c’è chi sostiene che potrebbero toccare anche quota mille.
Solo 310 sono i testimoni chiamati a deporre dai magistrati della direzione distrettuale antimafia Ronchi e Mescolini.
Nella lista depositata dai pm della Direzione distrettuale antimafia di Bologna Marco Mescolini e Beatrice Ronchi, oltre a personale di Carabinieri, Guardia di finanza, Polizia, Forestale, Vigili del fuoco, tutti impegnati nelle indagini, ci sono funzionari dell’Agenzia delle entrate e delle Dogane, e di Arpa, amministratori e dirigenti di Comuni del modenese e del reggiano, piccoli imprenditori, il sindaco di Finale Emilia Fernando Ferioli, l’ex prefetto di Reggio Emilia Antonella Demiro, ora a Palermo, e sei collaboratori di giustizia e il neo pentito Giuseppe Giglio
Tra gli imputati dell’abbreviato i magistrati hanno inserito nella lista anche il pentito Giuseppe Giglio, la consulente finanziaria Roberta Tattini e il giornalista Marco Gibertini.
I pm chiedono inoltre che siano sentiti l’ex calciatore della Juventus e della Nazionale Vincenzo Iaquinta, e Michele Bolognino, considerato il braccio destro del boss cutrese Nicolino Grande Aracri nel Parmense.
Infine, tra le persone che Mescolini e Ronchi chiedono di far testimoniare c’e’ la giornalista Sabrina Pignoli (parte civile), minacciata da uno degli imputati per alcuni suoi articoli e autrice del libro “Operazione Aemilia”.