Cronaca

Abuso edilizio scoperto nel centro di Le Castella di Isola Capo Rizzuto (KR)

I carabinieri forestali hanno scoperto pochi giorni addietro un ulteriore fabbricato abusivo, adibito a deposito, in uno slargo del centro di Le Castella. È il terzo caso registrato nel corso degli ultimi giorni. Gli accertamenti eseguiti hanno portato al deferimento di una persona all’Autorità giudiziaria.

Gli accertamenti avviati nei giorni scorsi nell’agglomerato di Le Castella avevano posto in luce alcune irregolarità edilizie commesse da privati. In uno slargo del centro urbano era stata occupata un’area pubblica ed erano stati realizzati dei manufatti con il pretesto della preesistenza di vecchie strutture, di fatto ristrutturate aumentando superficie e volumi, senza atti d’assenso o in difformità da essi. Per di più l’area è formalmente di proprietà comunale, malgrado siano vantati presunti diritti di possesso da parte di cittadini, diritti trasferiti anche a terzi con scritture private di cui bisognerà verificare la validità. Questa volta i militari della stazione CC forestale Crotone hanno scoperto un locale di deposito, realizzato nei mesi appena scorsi senza alcun atto d’assenso legittimante l’edificazione, su un’area dove esisteva una vecchia baracca di lamiere, comunque di superficie e volume di molto inferiori alla nuova costruzione. Il manufatto realizzato si sviluppa su una pianta rettangolare di circa 65 mq, con un’altezza al colmo del tetto di 4 m. Non proprio una piccola costruzione soprattutto se si considera che è stata realizzata in uno slargo del centro, dove verosimilmente gli spazi per i parcheggi e gli arredi urbani non sono mai sufficienti.
Il possessore dell’immobile, un commerciante del luogo, è stato deferito alla Procura della Repubblica per occupazione di terreno e costruzione abusiva. L’attività repressiva svolta dai militari, tuttavia, da sola non sembrerebbe sufficiente a tamponare l’annoso e vistoso fenomeno dell’abusivismo edilizio, evidentemente così diffuso nel territorio.
È acclarato ormai che l’armonico sviluppo edilizio e urbanistico, oltre a favorire caratteristiche superiori del costruito, contribuisca a migliorare la qualità della vita e il valore stesso degli immobili. Con tale consapevolezza si invitano i cittadini a segnalare i presunti abusi edilizi commessi nel territorio, con vantaggio di pochi furbetti e a detrimento di molti che continuano a subire per la loro assordante inerzia.