Cronaca

A Vibo Valentia una rosa rossa poggiata su una “Gazzella” dei Carabinieri

Per una volta, un fiore su un’auto dei Carabinieri in Calabria non è un atto volto ad intimorire i militari operanti in un territorio ad altissima densità di criminalità mafiosa ma una manifestazione di incoraggiamento e di solidarietà. Questa mattina, ad un giorno di distanza dai fatti che hanno visto l’uccisione del maresciallo dei carabinieri Vincenzo Di Gennaro, ed il ferimento del carabiniere Pasquale Casertano nel foggiano, un Appuntato in servizio alla Sezione Radiomobile della Compagnia di Vibo Valentia in transito per la via che porta al Comando ha notato – poggiata sul parabrezza di una gazzella – una rosa rossa con un nastro tricolore allacciato ed una busta contenente una lettera con su scritto: “UN GRAZIE A VOI CARABINIERI PER LO SPIRITO DI ABNEGAZIONE E ATTACCAMENTO AI DOVERI, GARANZIA DI TUTELA PER IL CITTADINO, ONORE A VOI TUTTI”. “Un gesto di solidarietà ed incoraggiamento all’Arma dei Carabinieri – si legge nel comunicato del Comando provinciale di Vibo – che ha un valore doppio se si pensa al luogo ove si è verificato: Vibo Valentia, una Provincia che nel 2018 era ai primi posti per numero di omicidi e che da un recente sondaggio è stata collocata all’ultimo posto per qualità della vita.
Il magnifico gesto – conclude il comunicato del Comando provinciale di Vibo – che denota alto senso civico compiuto da un anonimo cittadino vibonese non è sfuggito all’attenzione dei militari che hanno accolto con stupore misto ad entusiasmo il gentile pensiero.