Sociale

A Santa Severina generazioni a confronto su iniziativa della Cisl per celebrare i nonni

La festa dei nonni, generazioni a confronto: Un dialogo nel tempo.
E’ stato questo il tema dell’interessante incontro organizzato dalla Cisl nella suggestiva cornice del castello di Santa Severina in occasione della Festa dei Nonni.
Un confronto tra generazioni voluto e pensato dalla segreteria regionale della Cisl in collaborazione con la Filcams Cisl, lo sportello Donna in ascolto, Anteas Cisl e FNP Cisl Pensionati.
Moderato dal segretario territoriale di CZ-KR_VV Pino De Tursi  l’incontro ha registrato il contributo di Domenico Zannino, Cataldo Nigro, Daniele Gualtieri, Rino Le Rose, Bruno Tallarico, Maria Pia Vigna, Simona Borza e della giovanissima Giada.
Insieme per riflettere sulla figura dei nonni in occasione della festa degli angeli custodi.
I nonni, figure fondamentali per le famiglie italiane.
Sempre più nonni infatti accompagnano la crescita dei propri nipoti con consigli e storie ma al tempo stesso rappresentano un grande aiuto per i genitori.
In Italia  il 33% dei nonni si prende cura quotidianamente dei nipoti, contro l’1,6% della Danimarca o il 2,9% della Svezia.

Questi dati mettono in risalto l’esigenza di maggiore confronto con il governo per migliorare la partita  sulle pensioni, soprattutto se si considerano i ritardi socio assistenziali esistenti in Calabria.
Occorre, è stato ribadito durante il dibattito, sollecitare la Regione  per il mancato decollo della rete sanitaria sul territorio
Nel mondo dei pensionati  il sindacato si propone di difendere i pensionati tutelandoli su tutti gli aspetti e le prestazioni sociali.
In quello che è il rapporto nonni nipoti, giovani e anziani si è registrato l’intervento di Luigi Pantisano per il quale oggi il nonno è il bancomat della famiglia, colui che attraverso la sua vita infonde coraggio in una società che toglie le speranze.
I nonni danno il giusto conforto infondendo il coraggio.
Giovani che sentono il bisogno di lasciare la propria terra e anziani che avvertono il bisogno di far comprendere l’importanza del del dialogo.
Occorre far comprendere si è detto nel corso del dibattito che non ci si può fermare davanti alle difficoltà e ciò è possibile solo attraverso il dialogo tra generazioni.
L’esperienza per affrontare i problemi dell’oggi diventa fondamentale.
Oggi l’età media in cui si diventa nonni e 56 anni e i nonni in virtù delle difficoltà che presenta la società riescono a contribuire sul piano sociale ed economico in direzione delle famiglie italiane, senza però ricevere dal chi governa prospettive certe di vita.
Si hanno prospettive di vita solo se si da qualità alla vita, ha sostenuto nel concludere l’iniziativa la segretaria regionale della Filcams Cisl, Rita Lorenzano per la quale la sfida non è solo quella dell’assicurare una vecchiaia di qualità, non solo un assistenza sanitaria per quanto concerne gli anziani ma si deve intervenire in una condizione di inclusione in una rete sociale.
I nonni oggi sono la vera fonte di sostentamento delle famiglie, basta dare uno sguardo ai dati:
Per i propri nipoti offrono volontariamente  24 miliardi di euro all’anno, ai propri figli per l’aiuto alla famiglia danno 5 miliardi.
Nel nostro Paese la componente più anziana è diventata il vero pilastro del nuovo welfare, trasformando i nonni in una sorta di ammortizzatore sociale e ciò mette in risalto che il sistema economico sociale italiano è uno dei sistemi di protezione meno efficace in Europa.
Nonostante ciò si registra purtroppo la grande solitudine dell’anziano.
Bisogna – ha concluso Rita Lorenzano – consentire all’anziano di sentirsi utile, attivo perché è davvero tanta l’energia che essi possono offrire alla società.
Occorrono piani-famiglia che sappiano dare risposte al territorio.
Bisogna costruire insieme alle istituzioni, alle associazioni la riqualificazione della Calabria consentendo a giovani e anziani di poter vivere decorosamente.
Insomma, creare quell’abbraccio che auspica Papa Francesco tra giovani e anziani perché insieme si può costruire una società migliore.