Cronaca

A Reggio Calabria vertice sulla sicurezza di Prefetti, Procuratori della Repubblica, DIA e Forze dell’Ordine

Convocata dal prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, si è svolta oggi la Conferenza regionale delle Autorità di Pubblica sicurezza, dedicata agli accordi ed ai patti per la sicurezza urbana e integrata alla luce della situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica nella regione Calabria. Sono intervenuti, oltre ai prefetti della regione, ai questori e ai comandanti regionali e provinciali di carabinieri, guardia di finanza, anche il presidente della Corte d’Appello di Reggio Calabria, il procuratore generale presso la Corte d’Appello di Reggio Calabria, i procuratori di Reggio Calabria e Catanzaro, nonché il direttore nazionale della Direzione investigativa antimafia, il direttore marittimo della Calabria e della Basilicata tirrenica e il capo centro Dia di Reggio Calabria. Particolare attenzione é stata riservata, nell’occasione, al Decreto-Legge 20 febbraio 2017, 14 (convertito con modificazioni dalla Legge 48/2018), “al fine di individuare un’articolata strategia volta a innalzare il livello di sicurezza delle città e, quindi, rimuovere e prevenire quei fattori e quelle condizioni che favoriscono l’insorgere di fenomeni di criminalità comune o organizzata”. “Si tratta di una sfida importante – ha affermato il Prefetto di Bari – che vede coinvolto lo Stato in tutte le Sue articolazioni istituzionali con gli Enti locali, al fine di concorrere al benessere e alla sicurezza del cittadino, beni comuni preziosi e imprescindibili per il vivere civile e democratico e a cui tutti sono chiamati a contribuire”. (AGI)