Sport

La capolista se ne va. Gli squali battono il Modena nel segno del cigno Budimir, ora è fuga.

Non si ferma più il Crotone di Ivan Juric che nel posticipo domenicale valevole per la 18° giornata di serie B ha la meglio sul Modena di Hernan Crespo grazie ad un gol di Ante Budimir e consolida la prima posizione in classifica, portandosi a tre punti dall’inseguitrice Cagliari.

Il tecnico croato scende in campo con l’ormai consueto 3-4-3 di gasperiniana memoria, schierando Torromino dal primo minuto al fianco di Ricci e Budimir. Fermo ai box invece l’acciaccato Balasa sostituito sulla fascia destra da Zampano.

Il Modena, che deve fare i conti con più di un’assenza, si schiera invece con un 4-3-3 molto quadrato. Tridente avanzato composto da Belingheri e Luppi a supporto del diablo Granoche e linea mediana che vanta la presenza di Galloppa e Bentivoglio.

Inizio arrembante degli squali che provano subito a indirizzare la partita sui binari giusti, i pitagorici controllano bene il campo e dopo 10′ hanno la prima occasione per portarsi in vantaggio. Martella va via sulla sinistra e mette al centro per Budimir che anticipa il difensore Gozzi e spizza di testa ma la palla si perde sfortunatamente alta sopra la traversa.

Alla mezzora il Crotone aumenta l’intensità provandoci prima con Barberis che sfodera una gran botta da fuori deviata da Cionek, ed in seguito con Ricci che tenta di emulare il capitano della Roma Totti con un cucchiaio dal limite dell’area, ma Provedel è attento e non si lascia beffare.

Al 33′ i canarini rimangono in dieci uomini. Rosso diretto per Cionek, beccato dal direttore di gara mentre rifilava una doppia manata nei confronti di Ricci. Manganiello non ha dubbi e spedisce il difensore gialloblu sotto la doccia anzitempo.

E’ il Crotone a fare la partita e sei minuti più tardi sfiora nuovamente il vantaggio col solito Budimir che stacca di testa ma deve fare i conti con un Provedel superlativo che salva i suoi con una grandissima parata.

La ripresa inizia col medesimo copione della frazione precedente. Il Crotone spinge e il Modena si chiude nella propria trequarti nella speranza di strappare almeno un punto alla capolista. Grande occasione al 50′ ancora con Budimir che sfrutta un cross dal fondo di Martella ma, seppur a porta sguarnita, non riesce a portare in vantaggio i suoi.

Juric vuole la vittoria a tutti i costi e al 60′ tenta il tutto per tutto sostituendo Zampano con Stoian. Cinque minuti più tardi ennesima ghiotta occasione per i padroni di casa con Torromino che calcia dalla distanza, Provedel non para in maniera perfetta agevolando Budimir che si avventa sul pallone ma non riesce a ribadire in rete incespicando sulla sfera.

Al 74′ il Crotone va vicinissimo al vantaggio con Capezzi che da dentro l’area sfodera un potente destro che si infrange sulla traversa, ma è solo il preludio del gol che arriva 60” dopo. Budimir approfitta di un gran lancio dalla trequarti, riesce ad avere la meglio su un difensore gialloblu e dopo aver stoppato la palla di petto trafigge Provedel di collo pieno. Ottava rete in campionato per il croato ex St.Pauli che fa esplodere lo Scida e si conferma l’arma in più dei calabresi.

Brividi per i rossoblu all’82’ minuto quando un tiro dalla distanza di Giorico si trasforma in un assist per Belingheri che solo davanti a Cordaz non riesce a concludere in rete quella che sarebbe stata la palla del pareggio per i canarini.

Torna in vetta il Crotone dunque che vince un match non facile, contro un Modena che rimane in partita fino ad un quarto d’ora dalla fine, guadagnando in ogni caso tre punti fondamentali per la corsa alla promozione allungando sul Cagliari che nel pomeriggio di ieri non riesce ad andare oltre il pari in casa del Livorno. Gli amaranto riescono a strappare un punto ai sardi grazie all’ex rossoblu Vantaggiato. Vittoria di misura invece per il Bari di Nicola che batte il Perugia nel launch match delle 12:30. Cade in Piemonte il Cesena di Massimo Drago che esce sconfitto dal Piola di Vercelli e si fa scavalcare in classifica da Brescia e Pescara, entrambe vittoriose nei confronti di Vicenza ed Entella. Torna alla vittoria lo Spezia che batte il Latina per 2-1. Tre punti importanti nella corsa salvezza anche per Avellino, Salernitana e Ternana che hanno la meglio negli scontri diretti contro Lanciano, Ascoli e Como.

Volano sempre più in alto gli squali di Ivan Juric che, a tre giornate dal termine del girone di andata, guidano la classifica per la prima volta nella storia e sono attesi sabato dal Latina dove affronteranno una formazione in crisi di risultati. I pitagorici proveranno il colpaccio anche in terra laziale in una giornata che potrebbe essere favorevole ai rossoblu in caso di vittoria approfittando dello scontro diretto che vedrà di fronte le inseguitrici Cagliari e Bari.

Se dovesse succedere il Crotone allungherebbe notevolmente la propria posizione in classifica fortificando un sogno che ora più che mai può diventare realtà.

Risultati 18° giornata: Avellino – Lanciano 3-2; Bari – Perugia 1-0; Crotone – Modena 1-0; Livorno – Cagliari 1-1; Novara – Trapani domani alle 20:30; Pescara – Entella 2-0; Pro Vercelli – Cesena 2-0; Salernitana – Ascoli 2-0; Spezia – Latina 2-1; Ternana – Como 4-0; Vicenza – Brescia 1-2


Classifica: Crotone 40; Cagliari 37; Bari 35; Novara 31*; Brescia 30; Pescara 28; Cesena 27; Entella 25; Perugia 24; Trapani 24*; Spezia 24; Livorno 23; Pro Vercelli 23; Avellino 22; Ternana 22; Vicenza 20; Latina 20; Salernitana 20; Modena 18; Ascoli 17; Lanciano 14; Como 10


 

O.P.