Cronaca

717 Migranti sbarcano a Reggio Calabria

E’ giunta questa mattina, nel porto di Reggio Calabria nave Dattilo, della Guardia costiera, con a bordo 717 migranti tra i quali 533 uomini, 164 donne e 20 minori. Le loro condizioni sono buone. Sono segnalati solo alcuni casi di scabbia. I migranti saranno distribuiti sulla base del piano di riparto nazionale. Ad assistere alle operazioni anche l’Autorità garante per l’infanzia Vincenzo Spadafora per verificare l’efficacia del nuovo sistema per i minori.”Contrariamente a quanto avviene in altre regioni, credo che la Calabria, e Reggio Calabria in particolare, rappresentino un esempio di buona pratica nell’accoglienza ai migranti, e soprattutto ai minori”. Lo ha detto Vincenzo Spadafora, Garante nazionale per l’Infanzia e l’adolescenza, che oggi, a Reggio Calabria, accompagnato dal prefetto Claudio Sammartino, ha visitato le strutture e verificato il sistema di accoglienza ai migranti allestito sulla banchina di levante del porto in concomitanza con l’arrivo della nava “Dattilo” della Guardia costiera con a bordo 717 migranti. “So che qui – ha aggiunto – è attiva una pratica positiva, grazie alla disponibilità della Prefettura, della Questura e di tutti gli operatori sociali presenti sul territorio. Sono venuto qui per fare in modo che queste buone pratiche non siano un caso isolato, ma facciano parte del sistema nazionale. Da alcuni mesi abbiamo dei centri di alta specializzazione, proprio per minorenni. Ce ne sono attivi 15 in tutta Italia e uno di questi è a Crotone. In queste ore sono in corso numerosi bandi per aprire altri centri. Questo ci consentirà di metterci in linea con gli standard europei e ci sta riportando a quel sistema di accoglienza che tutti noi speravamo di mettere in atto ormai da molto tempo”. “Reggio Calabria, in particolare – ha sostenuto Spadafora – come stiamo già vedendo stamattina, con tutte le rappresentanze presenti, è proprio una buona pratica. Una pratica positiva che mette insieme tutte le forze che servono a dare ai minorenni che arrivano, oggi sono 20 ma ci sono stati segnalati dal Ministero dell’Interno, arrivi nelle prossime ore di altri minorenni sia in Calabria che in Sicilia, per mettere a punto tutta quella tutela dei diritti dei bambini che arrivano nel nostro Paese. Credo che sia un fatto molto importante. Sono molto grato al prefetto Sammartino proprio perché, insieme, si sta facendo un lavoro che può essere un buon esempio per tante altre regioni, che si stanno tutte avviando verso le buone pratiche, ma diciamo, non in tutte troviamo lo stesso sistema efficace che stiamo trovando qui a Reggio Calabria”.