GERARDO SACCO STRISCIA
PULIVERDE
PULIVERDE

Crotone: Carabinieri e Guardie Ecozoofile sequestrano 171 tartarughe

Pubblicato il 19 aprile 2017 alle 14:09

 Nella giornata di ieri, gli agenti del Nucleo Operativo del Corpo Guardie Ecozoofile Fareambiente Crotone, unitamente ai militari del N.O.R.M. – Aliquota Radiomobile della Compagnia CC, coordinati dalla Centrale Operativa del Comando Provinciale Carabinieri di Crotone, nell’ambito di una attività investigativa volta al contrasto del traffico illecito di animali protetti, hanno posto sotto sequestro 171 esemplari di tartaruga “Testudo Hermanni”, specie protetta dal CITIES (Convenzione di Washington sul commercio internazionale delle specie selvatiche minacciate di estinzione).
Le persone che le detenevano, M.C. cl’52 e L.C. cl’91, entrambi pregiudicati di Rocca di Neto (KR) ai fini della vendita in mancanza delle prescritte autorizzazioni, sono state sorprese all’interno del parcheggio del Centro Commerciale “Le Spighe” nel tentativo di vendere gli esemplari e per questo motivo sono state deferite all’Autorità Giudiziaria per i reati di detenzione e vendita di animali protetti, ricettazione, cattura e prelievo di esemplari di specie animali selvatiche protette. Gli esemplari, alcuni nati da pochi mesi, a seguito di visita medico – veterinaria accertante lo stato di buona salute, saranno reintrodotti in natura in una zona protetta con l’ausilio del Carabinieri Forestali su disposizione della Procura della Repubblica di Crotone.
“Il traffico illecito di specie protette è un fenomeno emergente nel nostro territorio – dichiara il portavoce delle Guardie Ecozoofile – sempre più reati vengo posti in essere in danno di animali, nella maggior parte dei casi a danno di specie particolarmente protette. La perfetta sinergia raggiunta nel tempo tra il nostro personale e Militari del Comando Provinciale dei Carabinieri di Crotone ha consentito il successo dell’operazione”.

EUROSPAR FASCIONE

wesud è aperto alla condivisione di materiale e di idee, la responsabilità civile e penale di manoscritti e immagini ricevute è da imputare esclusivamente agli autori. La redazione, pertanto, non è da considerarsi necessariamente in linea con gli stessi.

Redazione WeSud